CAPELLI: CURIOSITA’ E SUGGERIMENTI

1 italiano su 5 usa lettino solare e ignora i rischi
01/07/2013
Abbronzatura: Attenzione ai rischi
29/07/2014
Show all

CAPELLI: CURIOSITA’ E SUGGERIMENTI

I capelli sono troppo spesso oggetto di cure sbagliate e più il capello è lungo, maggiori sono i danni, soprattutto alla parte distale del fusto, da parte di cause ambientali (sole, acqua di mare o piscina, inquinamento), termiche (asciugacapelli, piastre elettriche), meccaniche (spazzolature, acconciature), chimiche (tintura, decolorazione, permanente).
Il capello danneggiato si presenta opaco, perché ha perso la sua naturale lucentezza, difficile da pettinare per aumento del coefficiente di frizione, più poroso e secco al tatto una volta asciugato.

Quante volte lavarli?

Dipende dallo stile di vita e dalle abitudini. Chi vive in città ha spesso l’esigenza di lavarli a giorni alterni, per via dello smog e della polvere che si depositano sulla capigliatura, rendendola piatta e opaca.

Quale shampoo è meglio usare?

La funzione primaria di uno shampoo consiste nella pulizia dei capelli e del cuoio capelluto, rimuovendo le particelle di sebo e lo sporco e nel contempo deve rendere i capelli morbidi, setosi, brillanti, leggeri e facilmente pettinabili.
In genere nella corretta formulazione di uno shampoo vengono utilizzati dei tensioattivi di categorie differenti che permettono così numerose formulazioni: per capelli normali, secchi, grassi, fini, permanentati, colorati, decolorati, shampoo per bambini e per problemi specifici, quali la forfora o l’eccesso di sebo. A seconda della tipologia dello shampoo possono essere presenti agenti funzionali specifici come, ad es. agenti antibatterici (es. piroctolamina).
Il pH dello shampoo deve essere acido, intorno a 5, alcuni shampoo professionali, utilizzati ad esempio durante la tintura o la permanente possono avere pH ancora più basso. è bene dedicare al lavaggio almeno tre o quattro minuti, altrimenti il prodotto non riesce ad agire, e sciacquare abbondantemente usando acqua tiepida.

Lavarsi i capelli tutti i giorni fa male?

No. Anzi, è opportuno lavare i capelli spesso e non appena si avverte prurito al cuoio capelluto. Il prurito è, infatti, come la forfora, un segno della dermatite seborroica.

Il balsamo appesantisce i capelli?

Non è vero che il balsamo appesantisce i capelli: ogni tipo di capello ha bisogno del balsamo/crema “ad hoc”. È necessario scegliere il balsamo in base allo spessore, alla forma e al grado di danni a cui è sottoposto il capello. L’industria cosmetica offre oggi balsami adatti a tutti i tipi di esigenze. L’uso del balsamo rende il capello più lucido, morbido al tatto, pettinabile. Il balsamo deve essere applicato al termine del lavaggio, lasciato “in posa” per alcuni minuti e poi risciacquato.

È meglio usare il pettine o la spazzola?

L’uso di pettini e spazzole di cattiva qualità danneggia meccanicamente il capello: è quindi importante che gli strumenti utilizzati nella pratica quotidiana siano comunque lisci e privi di irregolarità o asperità. È inoltre consigliabile districare i capelli da asciutti in quanto i capelli bagnati sono più elastici ed estensibili e quindi si rompono più facilmente.

È bene evitare di spazzolare eccessivamente i capelli. Anche la cotonatura, danneggia i capelli.

Come asciugarli?

Il modo migliore è lasciarli asciugare all’aria ogni volta che è possibile, soprattutto nella bella stagione. Quando si usa il phon occorre farlo secondo buone “norme di sicurezza” :
• Il phon migliore è potente: i professionisti raccomandano minimo 1.600 watt, meglio se 2.000 watt.
• Prima di asciugare con il phon, è utile strizzare bene i capelli nell’asciugamano, per eliminare l’acqua il più possibile.
• Si inizia ad asciugare i capelli muovendoli con l’aria del phon, stando magari a testa in giù per dare volume. Quando avranno perso l’umidità si può usare la spazzola, prima si rischia di spezzarli più facilmente, i capelli bagnati sono infatti più fragili di quelli asciutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *