Abbronzatura: Attenzione ai rischi
29/07/2014
Medicina estetica: 10 cose da sapere
21/09/2016
Mostra tutto

Consigli del dopo estate: 5 consigli dermatologici

Tutti sappiamo che il periodo immediatamente successivo all’estate rappresenta un momento importante per prestare attenzione alla nostra pelle e agli aspetti dermatologici.

Ecco di seguito alcuni consigli e suggerimenti che possono essere utili:

1) Controllo della pelle

Sebbene la predisposizione genetica giochi un ruolo fondamentale nell’insorgenza dei tumori cutanei, indubbiamente l’esposizione solare rappresenta un fattore scatenante la progressione neoplastica del melanoma e degli epiteliomi, nonché la comparsa di nuovi nevi. E’ quindi opportuno dopo il periodo estivo eseguire un attento esame della superficie corporea mediante la mappatura digitale in videodermatoscopia.

2) Problematiche estetiche legate all’esposizione al sole

Superati i mesi estivi, quando l’effetto di protezione relativo all’abbronzatura svanisce, si manifestano o si ripresentano i danni legati al fotodanneggiamento acuto e cronico, con comparsa di macchie, rughe, capillari, xerosi (secchezza), colorito spento e perdita dell’elasticità cutanea. Per questo è utile un controllo accurato della pelle per individuare dove intervenire con trattamenti medici o estetici o con i laser dermatologici specifici per le singole problematiche.

3) Riacutizzazione e gestione di alcune patologie croniche

Nel periodo successivo all’estate è spesso necessario riprogrammare insieme al dermatologo la terapia di alcune malattie della pelle che migliorano nei mesi estivi (ad esempio psoriasi, dermatite seborroica), o le cui terapie sono state sospese a causa dell’interazione negativa con i raggi ultravioletti (acne, rosacea, etc).

4) Caduta dei capelli

La stragrande maggioranza delle persone assiste nei mesi autunnali alla caduta talora massiva dei capelli. Ciò è dovuto non solo al fisiologico ricambio, ma anche al danneggiamento solare sui bulbi piliferi, attivo non solo sulla pelle ma anche sul cuoio capelluto non opportunamente protetto da cappelli o schermi solari. E’ opportuno in questi casi sottoporsi a una visita dermatologica (piuttosto che adottare soluzioni “fai da te”, suggerite da figure non specializzate come parrucchieri o farmacisti) volta a limitare la problematica e a risolverla tempestivamente.

Il Dott. Costantino Frisario è a disposizione dei pazienti per discutere e per individuare le migliori soluzioni a queste diffuse problematiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *