fbpx
23-24- Novembre 9° Workshop di Dermoscopia. Frisario DermoEstetica in continuo aggiornamento.
25/11/2018
Mostra tutto

I 10 segnali di allarme della pelle

1. Individuare la “pecora nera”

Maggiore è il numero di nei presenti sul corpo di una persona, più elevata la possibilità che sviluppi un tumore cutaneo. La “pecora nera” è il neo che si distingue da tutti gli altri: spesso è il Più grande, scuro (marrone-nero), irregolare.

2. Con i «nei strani» vale la regola Abcde

Bisogna controllare la pelle alla ricerca di cambiamenti che devono insospettire. «A» sta per asimmetria, «B» per bordi, «C» per colore, «D» per diametro ed «E» per evoluzione. Se un neo cambia in uno di questi aspetti e meglio andare dallo specialista.

3. Unghie fragili o con macchie

Le macchie e la fragilità delle unghie possono essere dovute a diverse malattie che vanno da un fungo alla psoriasi, al lichen. In questi casi è sempre i! dermatologo lo specialista di riferimento per la diagnosi precisa e per avviare la terapia adeguata.

4. Una macchia sotto le unghie che non cresce

Una sorta di livido, scuro, sotto te unghie dl piedi o senza che ci sia stato un trauma (come schiacciarsi la mano in fessura o far cadere un peso sui piede).Se questa «macchia» non cresce. e bene andare dal medico. Potrebbe essere un melanoma subungueale, tumore motto pericoloso.

5. Un prurito diffuso che non si placa

É un altro segno da non sottovalutare se perdura, Pub avere molte cause, da allergie a malattie degli organi interni. Può essere dovuto a secchezza cutanea (negli anziani) o a dermatite atopica, patologia allergica più frequente in infanzia e adolescenza.

6. Sensazione di secchezza su tutto il corpo

Può essere segno di dermatite atopica o allergica, ma nella maggioranza dei casi e dovuta a lavaggi frequenti non seguiti da necessaria idratazione del corpo. Molti fanno una doccia al giorno, ma pochi usano poi lozioni idratanti o emollienti.

7. Un brufolo che non scompare o sanguina

Un bubbone, simile a un brufolo senza pus, che persiste da più di due settimane o sanguina in un adulto (specie anziano) potrebbe essere un carcinoma baso cellulare o squamocellulare, che compare soprattutto in aree più esposte alla luce del sole: faccia, braccia, gambe.

8. Zone di epidermide che non si ammorbidiscono

Piccole (da pochi millimetri fino a diversi centimetri di diametro), di firme e colori diversi, ruvide al tattoo e ricoperte e da crosticine Resistenti all’applicazione di crème idratanti ed emollienti: dopo un mese è bene andare dallo specialista, Potrebbe trattarsi di cheratosi attinica.

9. Labbra screpolate che non guariscono

Chiazze rossastre e squamose soprattutto del labbro inferiore, placche e croste irregolari, che non migliorano entro un mese di cure con un buon balsamo? Meglio chiedere al dermatologo: potrebbe trattarsi di una cheilite attinica, alterazione a evoluzione potenzialmente maligna.

10. Le sopracciglia si assottigliano

Un eccessivo assottigliamento dell’arco sopraccigliare può essere spia di un problema alla tiroide, ghiandola predisposta alla produzione di peluria che regolano anche la crescita di peluria, peli e capelli. La caduta di ciuffi o la comparsa di zone glabre potrebbe essere sintomo alopecia areata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *