La medicina estetica è una nuova branca medica, a carattere internistico, che si occupa di migliorare la qualità della vita di chi vive a disagio per un inestetismo non accettato.
La SIME (Società Italiana di Medicina Estetica) definisce tale disciplina come “un programma di medicina sociale, preventiva, curativa e riabilitativa al servizio della collettività il cui scopo è quello di costruire e ricostruire l’equilibrio psicofisico.”
Realizza fondamentalmente un programma di prevenzione dell’invecchiamento in generale e di quello cutaneo in particolare, occupandosi della correzione degli inestetismi del viso e del corpo.

Gli inestetismi e le patologie di cui si occupa principalmente la medicina estetica sono:

  • Inestetismi del volto: rughe superficiali e profonde, ipotonicità, labbra sottili, couperose
  • Ipomelanosi e ipermelanosi (“macchie cutanee”)
  • Ipertricosi e irsutismo
  • Adiposità localizzata
  • Panniculopatia Edemato-Fibro-Sclerotica (P.E.F.S.), altrimenti detta “cellulite”
  • Smagliature
  • Rilassamento cutaneo
  • Sovrappeso